Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

01aprile
2020

IL RISO FA BUON SANGUE

“È bello quando è così. La luna bassa sul mare, la strada chiara, i fari a spazzare la notte.
Un messaggio. Suleima.
- Torni o scappo col primo che passa?
- E se il primo sono io? – rispondo
- Scappo col secondo.
- Che paura! Torno di corsa.
- Bravo. Non accettare caramelle dalle sconosciute. Kiss.”

Gaetano Savatteri, “La fabbrica delle stelle”, Sellerio

Ridere leggendo è cosa delicata. Anche perché in letteratura far ridere è molto più difficile che far piangere. A De Amicis andava facile, bastavano una mamma morente sulle Ande e un bimbo che la raggiunge dagli Appennini ed era cosa fatta, l’occhio del lettore era umido. Se invece vuoi far ridere senza rischiare d’essere comico d’avanspettacolo, devi usare lo stiletto dell’intelligenza, più raro fra gli scrittori che non il badile della commozione. È un umorista intelligente, certamente, Gaetano Savatteri, un giallista che fa ridere bene e possiede graffio civile e zampata di satira. Vi pare poco? Se vi piace questo romanzo, via col secondo (“Il delitto di Kolymbetra”), con gli stessi protagonisti e presente anch’esso nel nostro sito (video e recensione, basta cercare)

LEGGI LA RECENSIONE
GUARDA IL VIDEO

News

Circoli di Lettura: 2020

10gennaio
2020

I titoli del 2020:

Sabato 8 febbraio (Bellinzona e Lugano):
Friedrich Dürrenmatt, "La promessa", Adelphi

Lunedì 2 marzo (Bellinzona) e martedì 3 marzo (Lugano):
Ernest Hemingway, "Festa mobile", Mondadori

LUNEDI' 6 APRILE, per tutti, attraverso www.zoom.us :
Giorgio Bassani: "Lida Mantovani". E' un racconto contenuto nella raccolta di racconti "Cinque storie ferraresi" e in "Il romanzo di Ferrara", che unisce tutti i racconti e romanzi di Bassani.
"Lida Mantovani" è reperibile singolo in forma e-Book da Feltrinelli.

Novità da leggere

Il signor Cardinaud

27marzo
2020

Continua

Novità da leggere

Ah, l’amore l’amore

18marzo
2020

Continua

Novità da leggere

"Resoconto", "Transiti" e "Onori"

28febbraio
2020

Continua

Novità da leggere

Il ciarlatano

21febbraio
2020

Continua

Novità da leggere

Auður Ava Ólafsdóttir

31gennaio
2020

Continua

Novità da leggere

La spia corre sul campo

24gennaio
2020

Continua

Novità da leggere

Il caffè degli uomini avvenenti

17gennaio
2020

Continua

Novità da leggere

Il treno per Istanbul

06dicembre
2019

Continua

Novità da leggere

L’ultima intervista

22novembre
2019

Continua

Novità da leggere

La promessa

15novembre
2019

Continua

Novità da leggere

Marie la strabica

08novembre
2019

Continua

Blog

La serie continua

27marzo
2020

7 volte 7, per sette giorni abbiamo acceso sette piccole luci di libri. Con il motto allegro "Non ci resta che leggere" (ma sappiamo che ci resta molto di più, per fortuna) in questi giorni di quieti arresti domiciliari senza colpa, continueremo ogni tanto a mandare altri suggerimenti di lettura, annunciandoli con un uno squillo di newsletter (chi non è ancora iscritto lo faccia).

"Così, distanti, ci veniamo incontro" (Vittorio Sereni, in "Diario d'Algeria", 1947)

Blog

Non ci resta che leggere (elenco)

26marzo
2020

Altre citazioni e incipit scorrono nel nostro blog: BLOG

I nostri consigli di lettura
dal 20 marzo:

Non ci resta che leggere (1)
Antonio Manzini, "Ah l’amore l’amore"

Non ci resta che leggere (2)
John Fante, "Aspetta primavera, Bandini"

Non ci resta che leggere (3)
Plinio Martini, “Il fondo del sacco”

Non ci resta che leggere (4)
Margaret Mitchell, “Via col vento”

Non ci resta che leggere (5)
John Williams, “Stoner”

Non ci resta che leggere (6)
Fernando Aramburu, "Patria"

Non ci resta che leggere (7)
”Winifred Watson, “Un giorno di gloria per Miss Pettigrew”

Non ci resta che leggere (8)
Georges Simenon, “Il signor Cardinaud”, Adelphi

Non ci resta che leggere (9)
Gaetano Savatteri, “La fabbrica delle stelle”, Sellerio

Blog

NON CI RESTA CHE LEGGERE

20marzo
2020

Care amiche e cari amici del Circolo dei libri (e dei Circoli di lettura),

sono arrivati, imprevisti, tempi difficili e complicati, carichi di gravità e di inquietiudine. Quel che accade, la realtà, è sempre diverso da quello che noi possiamo immaginare, sperare, pianificare.”Non ci resta che leggere” è uno slogan divertito e relativo, sappiamo benissimo che ci resta molto altro, e anche di più importante della lettura. Però ammettiamolo: in questi giorni e settimane (e saranno mesi, forse) in cui saremo consegnati in casa , chi poco e chi tanto, dovremo in qualche modo re-inventarci il tempo, riorganizzarlo. Ed ecco accanto a noi la compagnia, silenziosa e fedele, a portata di mano, dei libri. Chiusi fra le quattro pareti di casa, aprendo le pagine noi entriamo in mille storie, in mille vite, in spazi e tempi diversi. E ce ne nutriamo. Per farvi sentire la vicinanza del Circolo dei libri, da oggi, e per una settimana, ogni giorno vi segnalerò un consiglio di lettura, quasi come un simbolo di comunione (poi infatti ognuno legge quel che gli pare), senza l’ausilio di nuovi filmati, ma spesso recuperandone di vecchi. Ci sarà anche qualche libro recente, ma non novità freschissime (le librerie sono chiuse, parecchie si danno da fare per spedire i libri ma i rifornimenti dall'estero sono bloccati). Vi dico anche che cercheremo di organizzarci con qualche diavoleria tecnologica per tentare di far vivere in qualche modo la bella avventura dei nostri Circoli di lettura. Per il momento vi saluto con simpatia e con l’augurio di ogni bene e di belle letture. Un abbraccio

Blog

Virus: non ci resta che leggere

13marzo
2020

Accanto a tutta la drammaticità della contingenza del Corona Virus, scopriamo la resistenza del vecchio, caro libro. Chiuse tutte le attività pubbliche non essenziali, spenti i riflettori su tutti gli eventi culturali, chiusi in casa per isolamento forzato o preventivo, scopriamo che per la fruizione del piacere, della bellezza e della profondità di espressioni culturali non ci restano che i libri (resta naturalmente anche la possibilità di ascoltare musica registrata o di guardarsi qualche bel film)). I libri sono qui, dentro il “il caldo buono” (Ungaretti) della nostra casa, sono cari e nostri, semplici e puliti, toccabili senza disinfezione, accanto a noi, fedelissimi. La compagnia dei libri infatti è rassicurante, non tradisce mai. Puoi allontanartene ma sai che essa ti riprende.

Avete qualche dubbio su quale romanzo prendere o riprendere in mano? Il Circolo dei libri vi propone nel suo sito decine e decine di titoli, recensioni e video. Qui sopra cominciamo con il riproporre un "classico" del Novecento, con video e recensione. Continueremo a consigliarvi.

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele