Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

17gennaio
2020

Alexander McCall Smith, "Il caffé degli uomini avvenenti", TEA

LEGGI LA RECENSIONE

News

Circoli di Lettura: 2020

10gennaio
2020

Ecco primi titoli per l'inverno e la primavera del 2020:

Sabato 8 febbraio (Bellinzona e Lugano insieme), Hotel Splendide Royal Lugano, ore 16:30:

Friedrich Dürrenmatt, "La promessa", Adelphi

Lunedì 2 marzo, ore 20, albergo La Tureta di Bellinzona-Giubiasco, e martedì 3 marzo alle 16:30 e alle 20, albergo Villa Castagnola di Lugano:

Ernest Hemingway, "Festa mobile", Mondadori

Lunedì 30 marzo a Bellinzona e martedì 31 marzo a Lugano (luoghi e orari abituali):

Giorgio Bassani: "Lida Mantovani". E' un racconto contenuto nella raccolta di racconti "Cinque storie ferraresi" e in "Il romanzo di Ferrara", che unisce tutti i racconti e romanzi di Bassani.

"Lida Mantovani" è reperibile singolo in forma e-Book da Feltrinelli.

Novità da leggere

Il caffè degli uomini avvenenti

17gennaio
2020

Continua

Novità da leggere

Il treno per Istanbul

06dicembre
2019

Continua

Novità da leggere

L’ultima intervista

22novembre
2019

Continua

Novità da leggere

La promessa

15novembre
2019

Continua

Novità da leggere

Marie la strabica

08novembre
2019

Continua

Novità da leggere

Impalcature (Il romanzo del ritorno)

01novembre
2019

Continua

Novità da leggere

Camera 112

25ottobre
2019

Continua

Novità da leggere

Tempo curvo a Krems

18ottobre
2019

Continua

Novità da leggere

Pietro e Paolo

11ottobre
2019

Continua

Novità da leggere

Ultima neve

20settembre
2019

Continua

Novità da leggere

Dopo le fiamme

13settembre
2019

Continua

Novità da leggere

La bella Fanny

06settembre
2019

Continua

Novità da leggere

L’insostenibile leggerezza degli scone

07giugno
2019

Continua

Novità da leggere

La forza di gravità

24maggio
2019

Continua

Novità da leggere

Il dono di Arianna

17maggio
2019

Continua

Novità da leggere

Le parole sono importanti

03maggio
2019

Continua

Blog

Dickens vivo dopo 150 anni

17gennaio
2020

Gli anniversari letterari servono per leggere e rileggere libri che vanno letti. Charles Dickens, morto 150 anni fa nel 1870 (era nato nel 1812) è entrato nelle vene di almeno quattro generazioni britanniche e del mondo come una linfa di possente narrazione che ha creato legioni di febbrili lettori afferrati da un mondo immaginoso di stupori, concitazioni, paure, commozioni, intenerimenti. E al tempo stesso Dickens dipinse con realismo visionario la realtà di una Londra fuligginosa e socialmente stridente, scrutandola negli anfratti bui delle sue povertà e miserie umane, orfani angariati e maneggioni avidi, furfanti volpini, personaggi comici, figure generose.

Continua

Blog

8 febbraio, si lavora su Dürrenmatt

10gennaio
2020

Circoli di lettura, si rirpende. La stagione nuova si avvia sabato 8 febbraio con i Circoli di Bellinzona e di Lugano in via eccezionale riuniti. Si ragionerà e discuterà su "La promessa", di Friedrich Dürrenmatt, nella nuova edizione Adelphi con la nuova traduzione di Donata Berra. Ci si incontrerà

SABATO 8 FEBBRAIO ALLE 16:30, ALL'ALBERGO SPLENDIDE ROYAL DI LUGANO.

Saranno presenti la traduttrice e la editor di Adelphi che hanno lavorato alla nuova traduzione e edizione.

Blog

L’invenzione dell’inverno

02gennaio
2020

L’inverno ha sempre indotto l’uomo a difendersene, sin da quando senza legna da bruciare e pellicce di animali e lana con cui ripararsi, si moriva. L’inverno è stato però anche sempre (ma oggi di più, dentro i tepori dell’accresciuto benessere) la stagione in cui il gelo bianco dell’esterno dà valore e fascino all’alone di luce e al caldo buono dell’interno. Davanti al fuoco, mentre fuori infuriavano bufere di neve, si parlava, si leggeva, si raccontavano storie, nascevano amori. Oggi si guarda anche la TV, si spettegola al telefono, C’è, cresciuta nel tempo, una intimità dell’inverno sociale e persino affettivo. Nel suo libro (uscito un anno fa) Adam Gopnik (scrittore canadese-statunitense, importante collaboratore del prestigioso settimanale letterario “New Yorker”, racconta, da saggista con piglio narrativo, sul piano sociologico, letterario, artistico ed esistenziale, proprio il processo di mutazione della percezione dell’inverno, della “invenzione dell’inverno”.

LEGGI LA RECENSIONE

Blog

Sere d'inverno con un libro in mano

21dicembre
2019

In queste settimane del tempo natalizio di riposo e quiete rivediamo alcuni video (con recensione scritta) su libri che evocano atmosfere d’inverno o quantomeno sembrano adatti ad esser letti nelle sere invernali. L’inverno è la stagione in cui il gelo bianco dell’esterno dà valore e fascino all’alone di luce e al tepore dell’interno. Lo aveva scritto benissimo Giuseppe Ungaretti, in “Natale”: “Qui non si sente altro che il caldo buono, sto con le quattro capriole di fumo del focolare”. E poi, si possono leggere buoni libri, no? E ogni tanto, fra pagine belle e ore tranquille, si può anche parlare, conversare (a schermi e schermini spenti). Nel “Dottor Zivago” di Boris Pasternak l’indimenticata Lara scrive a una amica: “Vieni da me a bere un tè. E’ bello, quando nevica, stare dentro, al caldo, a parlare di cose intelligenti”. Se poi non sono proprio sempre intelligenti, è bello lo stesso.


Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele