Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

11gennaio
2019

Gaetano Savatteri, "Il delitto di Kolymbetra", Sellerio

LEGGI LA RECENSIONE

News

I libri per il 2019

21dicembre
2018

Per i Circoli di lettura di BELLINZONA e LUGANO ecco i libri su cui lavoreremo nella prima parte del 2019:

Bellinzona, lunedì 4 febbraio, e Lugano, martedì 5 febbraio:
Erich Maria Remarque,"Niente di nuovo sul fronte occidentale", Neri Pozza
(e Ernest Hemingway, "Addio alle armi", Oscar Mondadori:
nel centenario appena ricordato della fine della Guerra 1914-1918 sarebbe bello leggerli entrambi; se si deve scegliere, si legga il primo).

Bellinzona, lunedì 11 marzo (dopo la settimana di carnevale), e Lugano, martedì 12 marzo:
Amos Oz, "La vita fa rima con la morte", Feltrinelli (ricordando il grande scrittore israeliano appena scomparso)

Bellinzona, lunedì primo aprile, e Lugano, martedì 2 aprile:
Gustave Flaubert, "La signora Bovary", Einaudi, Feltrinelli

Bellinzona, lunedì 6 maggio, e Lugano, martedi 7 maggio:
Vladimir Nabokov, "La gloria", Adelphi

(Per i titoli e le date di Vacallo e Lucerna, informazioni seguiranno)

News

Il Circolo dei libri in viaggio

24agosto
2018

Il 19, 20 e 21 agosto un gruppo di partecipanti ai Circoli di lettura del nostro Circolo dei libri ha intrapreso un viaggio di "perlustrazione" sull'onda delle letture fatte e in generale della curiosità per il Bello. Dopo aver letto "La marcia di Radetzky" di Joseph Roth sul raffinato, dolente declino dell'impero asburgico, siamo andati

Continua

News

2018: i libri letti in autunno

15giugno
2018

Per i Circoli di lettura di BELLINZONA e LUGANO ecco i libri su cui abbiamo lavorato:

Bellinzona, lunedì 10 settembre, e Lugano, martedì 11 settembre:
Max Frisch, "L'uomo nell'olocene", Einaudi

Bellinzona, lunedì 1 ottobre, e Lugano, martedì 2 ottobre:
Javier Marìas,"Berta Isla", Einaudi

Bellinzona, lunedì 12 novembre, ore 20 e Lugano martedì 6 novembre, ore 16:30 e 20:
Ivan Goncarov, "Oblomov", Mondadori, Einaudi, Rizzoli, Feltrinelli.

Bellinzona, 3 dicembre, ore 20 e Lugano martedì 4 dicembre, 16:30 e 20:
Philip Roth, “Lo scrittore fantasma”, Einaudi

_______________________________________

Per il Circoli di lettura di VACALLO:

Mercoledi 3 ottobre
Max Frisch, “L’uomo nell’olocene”, Einaudi

Mercoledì 5 dicembre, ore 15:30
Philip Roth, “Lo scrittore fantasma”, Einaudi

Novità da leggere

Addio fantasmi

16novembre
2018

Continua

Novità da leggere

La danza dell’orologio

02novembre
2018

Continua

Novità da leggere

Tutto potrebbe andare molto peggio

12ottobre
2018

Continua

Novità da leggere

Patria

20luglio
2018

Continua

Novità da leggere

Berta Isla

06luglio
2018

Continua

Blog

Riecco Abraham B. Yehoshua

11gennaio
2019

Torna in libreria, per la puntuale traduzione di Einaudi, Abraham B. Yehoshua (nella foto) con il suo nuovo romanzo: “Il tunnel”, Einaudi. Il lettore riscopre subito lo stile inconfondibile e la forza narrativa dello scrittore israeliano, il quale prende di petto, in modo malinconico ma anche divertito, l’avvisaglia di un principio di demenza nel cervello di un autorevole ingegnere settantaduenne in pensione.. Ci sono parti più coinvolgenti ed empatiche (scandite da piccoli tocchi di umanissima quotidianità e di bellezza affettiva) e parti più strane, enigmatiche, da leggere in filigrana sovrapposta. E’ bello comunque ritrovare la “razza” di uno scrittore vero. E per chi ha apprezzato l’ultimo romanzo di Yehoshua, “La comparsa”, sarà piacevole re-incontrare, in una “comparsata” a sorpresa, Noga, la suonatrice d’arpa che non voleva diventare madre… Ne riparleremo.

Blog

In morte di Amos Oz

04gennaio
2019

Il 28 dicembre è morto Amos Oz (nella foto), a 79 anni. Con Abraham Yehoshua e David Grossman era uno dei tre “grandi viventi” della narrativa israeliana. Fra i molti suoi romanzi importanti, a parte "Una storia d’amore e di tenebra”, il più autobiografico, denso e complesso, ricordiamo qui quattro titoli che il nostro Circolo ha trattato o tratterà:

“Non dire notte”: una trama di sentimenti e memoria dentro una piccola città nuova ai bordi del deserto del Negev (recensione)

“Tra amici”. Scene di vita quotidiana dentro un kibbutz israeliano. In cui si racconta la vita giornaliera di una umanità al lavoro fuori dal mondo e dentro il proprio piccolo cerchio, alle prese con sogni, delusioni, ideali e inquietudini
(recensione)

“Giuda”. Shemuel Ash, studente universitario affannato intorno a una tesi su “Gesù visto dagli ebrei”, personaggio goffo e distratto, incontra un vecchio infermo e acutissimo di mente e di cultura e una sua donna misteriosa dalla voce affascinante. Da qui si dipana il filo di una vicenda piena di curiosità e sentimenti, di idee e umori difficili (recensione)

“La vita fa rima con la morte”. Uno scrittore si reca in una cittadina israeliana per la presentazione di un proprio libro. Mentre ascolta gli elogi altrui su di sé, egli fantastica in silenzio sulle possibili vite di alcuni fra gli spettatori (un campionario di umanità varia) presenti in sala. (In programma per i circoli di lettura: febbraio 2019)

Blog

Una collana natalizia

21dicembre
2018

Collana "Nativitas", Interlinea

Blog

Natale di montagna

18dicembre
2018

Interlinea, piccolo editore italiano di qualità (per riccheza di scelte e rigore grafico) diffonde da anni una singolare collana, “Nativitas”, dedicata al Natale. Quest’anno, fra le novità, anche due racconti e una poesia di Giovanni Orelli, scrittore svizzero italiano (1928-2016). In uno dei racconti l’autore disvela l’ironia di un suo lessicale e giocoso scetticismo. Ma nell’altro evoca l’incanto (e il desiderio misterioso di bene, di bello e di buono) di una Vigilia nella sua Valle Bedretto imbacuccata di neve nel silenzio, quando un ragazzino torna a casa dopo una lunga camminata per portare a casa dal villaggio vicino il pane che era stato mandato a prendere:

«Entrava tutto bianco di neve e con il pane di Natale sulle spalle (…) Era come se tutti i rumori del mondo fossero soffocati, spenti, da un lento, ora, e amichevole, pacato, calmo, bianco e odoroso di buono come il pane fresco, del puro, natalizio cadere della neve».

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele