Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

20ottobre
2017

Boris Pasternak, "Il dottor Zivago", Feltrinelli

LEGGI LA RECENSIONE

News

Circoli, il libro di novembre

05ottobre
2017

Per i circoli di lettura di Bellinzona, Lugano 1 e Lugano 2 (lunedì 6 e martedì 7 novembre) c'è un cambiamento di libro. Lavoreremo sul romanzo breve di Diego De Silva "Mancarsi" (Einaudi)

Novità da leggere

I viaggi di Daniel Asher

04agosto
2017

Ecco un romanzo francese provvisto di lievità e gravità al tempo stesso. Ci sono dei misteri, degli enigmi legati a un personaggio intenso ma sfuggente, c’è in sottofondo la lontana ferita non cicatrizzata degli ebrei perseguitati (in questo caso in Francia) negli anni della Guerra. E c’è l’ariosa curiosità di una giovane donna d’oggi che ha voglia di vivere ma anche di sapere.


Continua

Novità da leggere

Melodia della terra (Giamjlia)

21luglio
2017

Ecco un racconto esile, struggente, sensibile come una musica delicata: una storia d’amore nella steppa.

Continua

Novità da leggere

Amori perduti di gioventù

26maggio
2017

Chi si rivede: il nostro Alexander Mc Call Smith, scrittore di lievità e grazia, che sa iniettare perle di pensieri curiosi e spesso profondi in un clima di commedia.

Continua

Novità da leggere

Tre piani

13aprile
2017

Tre piani. Tre piani di un caseggiato in una cittadina della provincia israeliana, non lontano da Tel Aviv. Eshkol Nevo, scrittore israeliano di sicura forza narrativa (lo apprezziamo fin dal suo primo romanzo, “Nostalgia”, passando dal memorabile “La simmetria dei desideri”, fino al più ambizioso “Neuland” e a un intermezzo , “Soli e perduti”, forse meno nitido) scruta con appassionata, minuziosa curiosità le vite private che abitano quei tre piani.

Continua

Novità da leggere

Nel guscio

07aprile
2017

“Nel guscio”, pubblicato in Inghilterra nel 2016 e subito tradotto da Einaudi, ci riconsegna un McEwan in forma splendida. Il romanzo, come si capisce subito sin dall’inizio, si regge su una invenzione singolare (cosi immaginosa da apparire persino sfiziosa; comunque felice): l’io narrante è un bambino non ancora nato,

Continua

Blog

Per conoscere il Nobel 2017

20ottobre
2017

Il premio Nobel per la letteratura 2017 è andato quest'anno allo scrittore inglese (d'origine giapponese) Kazuo Ishiguro.Per conoscere e apprezzare questo autore importante che è a tutti gli effetti uno scrittore britannico, il Circolo dei libri consiglia di leggere un suo celebre romanzo, "Quel che resta del giorno" (Einaudi), da cui fu tratto anche un bel film del regista James Ivory con la straordinaria interpretazione di Anthony Hopkins e Emma Thompson (nella foto di copertina dell'edizione italiana). Ishiguro possiede una scrittura sontuosa, elegante, complessa, bella. Giunto in Inghilterra all'età di 6 anni dal Giappone, lo scrittore sembra davvero avere assunto nella sua vena creativa tutta la classica "britannicità". Ne riparleremo.

Blog

Chi si rivede: Rocco Schiavone

12ottobre
2017

"Quando un solo cane si mette ad abbaiare a un'ombra, diecimila cani ne fanno una realtà" (Cioran).

Questa frase è stata scelta quale introduzione da Antonio Manzini per il suo nuovo romanzo "Pulvis et umbra" (un titolo in latino, "polvere e ombra": bello), in cui ricompare il vicequestore Rocco Schiavone, romano spedito a fare il poliziotto nel freddo della Valle D'Aosta per una specie di punizione e lassù indagatore su delitti e soprattutto su storie e tormenti umani (uno poi, di tormento intimo, ne ha lui, doloroso nella memoria...). Schiavone è aspro di carattere, quasi rognoso, ma uomo vero. Dispiace ma piace, insomma. In questo ultimo romanzo ha a che fare con un doppio enigma da indagare, in valle d'Aosta e a Roma. E c'è ombra, e c'è polvere, metaforicamente... Ma per apprezzare e gustare la serie conviene al lettore cominciare dall'inizio:

"Pista nera", "La costola di Adamo", "Era di maggio", "Cinque indagini romane per Rocco Schiavone" e "7-7-2007".Tutti editi da Sellerio

Blog

Il piacere della creatività: laboratorio di scrittura

05ottobre
2017
La lettura e la scrittura nascono dalla misteriosa esigenza, radicata in tutti gli esseri umani, di vivere altre vite oltre alla propria. Per condividere la passione per le storie e la letteratura, la Scuola Yanez riprende i suoi laboratori a Bellinzona, a Lugano e in Italia. Informazioni: www.scuolayanez.com.
Per approfondire il senso dei laboratori della Scuola Yanez, può servire la pagina più recente del Blog del suo responsabile, lo scrittore Andrea Fazioli: http://andreafazioli.ch/blog/2017/10/05/terrain-vague/
«Non siamo sempre noi le vecchie tigri di Mompracem? Dove piantiamo le unghie, la preda non scappa più» (Emilio Salgari).
Foto: Henri Rousseau, "Sorpresa! o Tigre in una foresta tropicale", 1891.
Blog

I 40 anni di un romanzo contagioso

28settembre
2017

Compie 40 anni uno dei più affabulatori, coloriti, carnali romanzi di Mario Vargas Llosa, l’importante e bravissimo romanziere peruviano di 81 anni, premio Nobel per la letteratura nel 2010 (nella foto): un narratore puro. “La zia Julia e lo scribacchino” (Einaudi) è un incrociarsi pirotecnico di storie vivide, una vera festa della immaginazione narrativa , affidata alla figura di uno scrittore stravagante e stralunato, una specie di Balzac creolo, un piccoletto sgraziato dalla voce affascinante e dall’immaginazione poderosa che sforna, per dodici ore al giorno, romanzi radiofonici che appassionano le folle. In mezzo a queste storie corre quella del giovane Mario, che spera di diventare scrittore. E poi c’è la zia Julia… Ne riparleremo.

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele