Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

16febbraio
2018

Cormac Mc Carthy, "La strada", Einaudi
LEGGI LA RECENSIONE

News

Incontro con due scrittrici

16febbraio
2018

Il Circolo dei libri incontra due scrittrici.

Mercoledì 21 febbraio, al Conca Bella di Vacallo, alle 15:30, Marta Morazzoni parlerà del suo romanzo "La nota segreta" (Longanesi e Tea) e di altri suoi libri. Circolo di Vacallo

Anna Felder, 80 anni appena compiuti, Gran Premio svizzero di letteratura 2017, parlerà del suo romanzo "Tra dove piove e non piove" (Dadò), di altri suoi libri e di sé, a Bellinzona, lunedì 5 marzo alle 20:00 e a Lugano, martedì 6 marzo alle 16:30 e alle 20:00. Circolo di Bellinzona e Circolo di Lugano.

Due incontri letterari e umani, condotti da Michele Fazioli con la partecipazione attiva dei presenti.

News

La scrittrice Anna Felder ospite dei Circoli di lettura

10febbraio
2018

Anna Felder, 80 anni appena compiuti, insignita quest’anno del Gran premio svizzero di Letteratura, sarà ospite dei Circoli di lettura: a Bellinzona domenica 4 marzo (ore 20, ristorante albergo La Tureta, piazza Grande di Giubiasco); a Lugano, martedì 6 marzo (alle 16 e 30 e alle 20, all’Albergo Villa Castagnola). Parlerà, in incontri-intervista con Michele Fazioli e con i presenti,del suo romanzo “Tra dove piove e non piove” (Dadò) ma anche di altri suoi libri e della sua bella carriera di scrittricedi lingua italiana (è nata e cresciuta a Lugano, di famiglia luganese) che ha vissuto poi per decenni, e fino ad oggi, nella Svizzera tedesca, ad Aarau. Un incontro letterario e umano con una scrittrice di valore, una donna di signorile e intelligente fascino.

[foto © Ladina Bischof]

News

Il programma dei circoli di lettura

18gennaio
2018

CIRCOLI DI LETTURA Inverno-Primavera 2018

Bellinzona, ore 20:00 Hotel La Tureta di Giubiasco.
Lugano ore 16:30 e Lugano ore 20:00, Albergo Villa Castagnola

Lunedi 5 e martedì 6 febbraio:
Cormac Mc Carthy, ”La strada”, Einaudi

Domenica 4 e martedì 6 marzo:
Anna Felder, “Tra dove piove e non piove”, Dadò
Alla presenza dell’autrice

Giovedì 12 e venerdì 13 aprile:
Daniel Maggetti, “La vedova col bambino”, Dadò
Alla presenza dell’autore

Il libro di maggio verrà presto annunciato.


Vacallo, ore 15:30, Ristorante Conca Bella

Mercoledì 21 febbraio
Marta Morazzoni, “La nota segreta”, Longanesi
Alla presenza dell’autrice

Novità da leggere

Tra loro

02febbraio
2018

Richard è un bambino americano nato nel 1944, suo papà di mestiere faceva il viaggiatore di commercio

Continua

Novità da leggere

La vedova col bambino

22dicembre
2017

Continua

Novità da leggere

Il mare dove non si tocca

01dicembre
2017

Fabio Genovesi, scrittore toscano dalla prosa colloquiale, simpatica, colorata, si affida nel suo nuovo romanzo alla memoria della propria infanzia. Fabio è un bambino sensibile, singolare, diciamo pure strano. Ama raccontare storie perché ha udito molte storie. Ha il dono dell’affabulatore. Vive in una tribù familiare in Versilia, a due passi dal mare, nei primi anni ’80, quando l’Italia vinceva i mondiali di Spagna e dalle radio uscivano le canzoni di Julio Iglesias.

Continua

Novità da leggere

Il corpo

17novembre
2017

Il nuovo romanzo di Giorgio Montefoschi (“Il corpo”, Mondadori) riporta in libreria uno scrittore molto letto e molto fedele a una sua personalissima cifra narrativa. Parlando di lui, ripeterò cose già espresse perché l’autore le richiama. Giorgio Montefoschi divide: può piacere o non piacere, può intrigare oppure persino rendere diffidente o restìo il lettore che non voglia abbandonarsi alla modalità originale, riconoscibile, della sua scrittura. Io trovo che ci sia in essa un magnetismo avvolgente, quasi una musicalità morbida, fatta di motivi ripetuti, brevi passaggi e raccordi insistiti dentro un realismo puntiglioso di dettagli.

Continua

Novità da leggere

Tutto è possibile

27ottobre
2017

Non è che in “Tutto è possibile” di Elizabeth Strout non succeda niente. Anzi, succedono cose, cose della vita, strappi, dolori, disillusioni, colpi anche duri del destino, quiete riconciliazioni. Ma succede, soprattutto, la vita stessa, con i suoi piccoli accadimenti che nondimeno investono e plasmano e mutano e feriscono oppure consolano le esistenze private. ...

Continua

Novità da leggere

I viaggi di Daniel Asher

04agosto
2017

Ecco un romanzo francese provvisto di lievità e gravità al tempo stesso. Ci sono dei misteri, degli enigmi legati a un personaggio intenso ma sfuggente, c’è in sottofondo la lontana ferita non cicatrizzata degli ebrei perseguitati (in questo caso in Francia) negli anni della Guerra. E c’è l’ariosa curiosità di una giovane donna d’oggi che ha voglia di vivere ma anche di sapere.


Continua

Novità da leggere

Le otto montagne

07luglio
2017

Continua

Novità da leggere

Amori perduti di gioventù

26maggio
2017

Chi si rivede: il nostro Alexander Mc Call Smith, scrittore di lievità e grazia, che sa iniettare perle di pensieri curiosi e spesso profondi in un clima di commedia.

Continua

Blog

Philip Roth e il vecchio padre

16febbraio
2018

Philip Roth compie 85 anni. Ha scritto grandi romanzi, ha dichiarato che non scriverà più. In attesa che forse si smentisca, leggiamo e rileggiamo, di lui, alcuni dei libri più forti del ‘900 e del nuovo secolo.

Continua

Blog

Perché leggere romanzi?

10febbraio
2018

(MF) Perché vale la pena leggere romanzi? Penso, in generale, che la lettura sia come il denaro, di cui è stato detto che non basta per essere felici ma un po’ serve. «Chi legge vive due volte», diceva l’editore Valentino Bompiani. E in effetti uno si tuffa in un romanzo ed entra in una vita altra, in una realtà immaginata ma vivida come se fosse vera (nutrita peraltro dall’esperienza del vissuto). E d’altra parte quando chiudi il libro e rialzi lo sguardo sulla realtà, ci ritrovi accenti e rimandi di quelle storie appena lette. Perchè in fondo, a guardar bene, la letteratura non è altro che la trasformazione in scrittura di uno dei bisogni profondi del cuore umano, che è quello di conservare il tempo, di non lasciarselo sfuggire per sempre. E allora l’uomo, se ne ha il talento, inventa tempo, inventa vite. Racconta storie. Che talvolta sono solo da gustare con piacere puro, per divertimeno o emozione, come una musica. Qualche altra volta dentro un romanzo battono anche le domande inesorabili e struggenti della vita, le inquietudini di senso e di moralità. Ma sempre storie, sono.

Illustrazione: Henri Matisse (1869-1954): Donna che legge con parasole

Blog

Il tempo per le cose che contano

02febbraio
2018

"Il tempo per leggere, come il tempo per amare, dilata il tempo per vivere".

Daniel Pennac (1944), scrittore francese

Illustrazione: Pierre Bonnard (1867-1947), La fenêtre

Blog

Una traduzione centenaria

26gennaio
2018

Compie cento anni una celebre traduzione Italiana del romanzo breve di Lew Tolstoj, "La felicità domestica": quella compiuta da Clemente Rebora, grande poeta italiano (1885-1957) che ebbe vita intensa, avventurosa, spiritualmente profonda. La ripubblica, nel centenario, l'editore Fazi. Rebora tradusse il romanzo nel 1918, appena 8 anni dopo la morte di Tolstoj, di cui fu grande ammiratore. La sua versione ha slanci lirici, musicalità espressive, linguaggio antico, coraggioso e immaginoso. La si potrà discutere (per taluni aspetti forse datati, o forzati) e confrontare con altre traduzioni ma vale la pena di conoscerla per la forza lirica e di profondità che essa contiene. E soprattutto vale la pena di conoscere quest'opera giovanile di Tolstoj.

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele