Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

26febbraio
2021

Pierre Lepori, “Effetto notte”, Effigie editore

LEGGI LA RECENSIONE

News

Circoli di lettura: incontri a distanza

30gennaio
2021

In attesa di poterci riunire di nuovo in presenza, abbiamo iniziato degli incontri a distanza, via Zoom. Dopo aver lavorato, lunedì 22 febbraio, su "Il silenzio del mare" di Vercors, ecco i prossimi appuntamenti:

lunedì 1. marzo, ore 2030: Silvio D’Arzo, “Casa d’altri”, Einaudi (racconto)

lunedì 29 marzo, ore 2030: Natalia Ginzburg, “Caro Michele”, Einaudi (romanzo breve)

Iscrizioni: info@circolodeilibri o 0041 79 456 44 87.

Per chi non conoscesse ancora quel metodo di riunioni a distanza, basta cercare Zoom su Internet e seguire le procedure. Per ogni aiuto siamo a disposizione.

Le riunioni diureranno un’ora e 15 minuti.

Il costo di ogni incontro è di Fr 20. Per chi già non avesse un credito a proprio favore la quota di 20 fr per lezione va versata a:

Circolo dei libri

6528 Camorino

IBAN CH09 0900 0000 6574 5948 5

News

Una sintesi sul romanzo di dicembre

27novembre
2020

il 30 novembre e il primo dicembre si sarebbe dovuto lavorare, con i nostri Circoli di lettura, su “Washington Square” di Henry James. Incontri annullati, a causa del virus. Ecco qui almeno una brevissima sintesi di commento e una recensione.

VIDEO e RECENSIONE

News

Tabucchi, distante ma vicino

13novembre
2020

Antonio Tabucchi, "Sostiene Pereira", Feltrinelli

Sintesi abbreviata della « lezione » che avrebbe dovuto introdurre gli incontri mensili di novembre (annullati a causa del Covid 19) dei Circoli di lettura dedicati al romanzo di Antonio Tabucchi “Sostiene Pereira” (Feltrinelli). Autore dell’intervento è Michele Fazioli, responsabile del Circolo dei libri. Gli incontri dei Circoli, che riprenderanno non appena l’emergenza del virus sarà rientrata, durano ogni volta due ore e radunano persone che in precedenza hanno letto il libro indicato e ne discutono tra di loro, guidate dal responsabile del Circolo dei libri.

News

Circoli di lettura, autunno 2020

18giugno
2020

Il programma dei Circoli di lettura per l'autunno 2020 (qui una sintesi dei libri) è stato compromesso dalla situazione epidemica. Abbiamo potuto lavorare insieme sul romanzo "Nemesi" dio Philip Roth e, alla presenza dell'autore, sul romanzo "Noi" di Paolo Di Stefano. Per gli altri due libri non è più stato possibile incontrarci. Sul romanzo "Sostiene Pereira" di Tabucchi c'è una lezione video di sintesi che trovate qui, su "Washington Square" di Henry James ci sono il video e la recensione.

Continua

Novità da leggere

Effetto notte

26febbraio
2021

Continua

Novità da leggere

La strada del mare

05febbraio
2021

Continua

Novità da leggere

Il lusso della giovinezza

29gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Persone normali

08gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Le vacanze di Studer

08gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Una giornata

01gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Grandi illusioni

04dicembre
2020

Continua

Novità da leggere

Proprio come te

06novembre
2020

Continua

Novità da leggere

Cose che succedono la notte

30ottobre
2020

Continua

Novità da leggere

Il bambino lucertola

16ottobre
2020

Continua

Novità da leggere

Noi

09ottobre
2020

Continua

Novità da leggere

Desiderio

01maggio
2020

Continua

Novità da leggere

Olive, ancora lei

10aprile
2020

Continua

Blog

​Sguardi sull’arte

26febbraio
2021

Mentre continuano gli incontri a distanza, via Zoom, dei nostri Circoli di lettura (vedi le NEWS dei nostri Circoli di lettura di Bellinzona e di Lugano), segnaliamo una iniziativa di collaborazione (leggera ma incuriosita) con la Pinacoteca cantonale Giovanni Züst di Rancate (che abbiamo in più occasioni visitato con i nostri Circoli) e che proprio il 2 marzo riapre dopo la chiusura forzata. Visto il nostro interesse – diletto – per l’arte (parente stretta della letteratura…) ci è stato chiesto di esprimere ogni mese, con un breve video, un giudizio non tanto di competenza artistica (non possiamo vantarla) ma di emozione e riflessione, di volta in volta, su una delle molte opere – legate profondamente al territorio della Svizzera italiana – della collezione permanente del Museo.

Qui i rimandi per la visione dei video:

Illustrazione: uno dei quadri commentati, “La raccolta delle ostriche”, di Luigi Rossi (1853-1923)

Blog

Il graffio di Sciascia

29gennaio
2021

100 anni fa (l'8 gennaio del 1921) nasceva Leonardo Sciascia: scrittore, uomo di pensiero critico e libero. Da "Nero su nero" (Einaudi), un suo "diario":

"Rifletto su me stesso: e che sono sempre, facendo letteratura o parlandone, un maestro di scuola. Non riesco, cioè, ad amare tutta la letteratura; e anzi molta ne respingo, ne ignoro, ne voglio ignorare. Picasso diceva: ‘sono come gli ubriaconi, che amano qualsiasi vino: la pittura mi piace tutta’. E così è: a un vero pittore dovrebbe piacere tutta la pittura, a un vero letterato tutta la letteratura. Non sono dunque (ma lo sapevo già) un vero letterato”.

Sciascia sa bene che questo è un paradosso, sa quanto non sia vero che a un vero pittore debba piacere tutta la pittura (nemmeno Picasso poteva esserne convinto) e a un vero letterato tutta la letteratura. Difendere tutti i libri soltanto perché sono libri è una specie di ideologismo intellettuale, che cozza contro la libertà di amare intensamente dei libri, di detestarne altri, di restare indifferenti su altri ancora. Del resto Sciascia in un altro suo appunto graffia:

“Non amo frequentare i salotti e i caffè letterari: le riunioni di persone intelligenti mi pare producano, non so perché, astrale cretineria. Pertanto preferisco il Circolo del mio paese”.

Blog

Letti a letto

22gennaio
2021

Scrive Alberto Manguel, saggista e romanziere argentino:

"Anch'io leggevo a letto. Nella lunga serie di letti in cui ho passato le notti della mia infanzia, in strane camere d'albergo dove i fari delle auto che passavano proiettavano ombre paurose sul soffitto, in case i cui odori e suoni mi erano sconosciuti, in cottage estivi bagnati dagli spruzzi del mare, o in montagna dove l'aria era così secca che mettevano accanto al letto una bacinella d'acqua con essenza d'eucalipto per aiutarmi a respirare, il binomio letto-libro mi garantiva una sorta di casa in cui sapevo di poter tornare, notte dopo notte, sotto qualunque cielo. Nessuno avrebbe potuto strapparmi da quel rifugio; il mio corpo, immobile sotto le lenzuola, non aveva bisogno di nulla. Ciò che accadeva, accadeva nel libro; e io ero il narratore. La vita si svolgeva perché io voltavo le pagine. Credo di non ricordare gioia più grande, più totale, di arrivare alle ultime pagine e posare il libro, in modo da rimandare la fine all'indomani, e affondare la testa nel cuscino con la sensazione di avere veramente fermato il tempo"

Alberto Manguel, Storia della lettura, Feltrinelli

Illustrazione: Giovanni Giacometti (1868-1933) "La lettrice", xilografia, 1912

Blog

Un'eco di Eco

15gennaio
2021

Umberto Eco (1932-2016) in una sua "Bustina di Minerva" ("Espresso", anni '90):

"Si può essere colti sia avendo letto dieci libri che dieci volte lo stesso libro. Dovrebbero preoccuparsi solo coloro che di libri non ne leggono mai. Ma proprio per questa ragione essi sono gli unici che non avranno mai preoccupazioni di questo genere".

Un pensiero fulminante che dice il vero. Soprattutto per la preziosità, oltre che della lettura, anche della rilettura. In quanto al fatto che chi non legge libri non se ne preoccupa, è evidente. Ma non ci deve essere in questa evidenza lo snobismo di chi pensa che i lettori siano migliori, persino moralmente, dei non lettori. Non è vero. Semmai si può azzardare un'analogia con l'innamoramento. Se uno è innamorato e la persona amata è lontana, ne ha nostalgia. E quando la persona amata ritorna, la abbraccia con gran piacere. Se uno non è innamorato, non può provare nessuna nostalgia per l'assenza e nessun piacere per il ritorno. Ma può star bene lo stesso.

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele