Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

22gennaio
2021

Sally Rooney, "Parlarne tra amici", Einaudi

LEGGI LA RECENSIONE

News

Una sintesi sul romanzo di dicembre

27novembre
2020

il 30 novembre e il primo dicembre si sarebbe dovuto lavorare, con i nostri Circoli di lettura, su “Washington Square” di Henry James. Incontri annullati, a causa del virus. Ecco qui almeno una brevissima sintesi di commento e una recensione.

VIDEO e RECENSIONE

News

Tabucchi, distante ma vicino

13novembre
2020

Antonio Tabucchi, "Sostiene Pereira", Feltrinelli

Sintesi abbreviata della « lezione » che avrebbe dovuto introdurre gli incontri mensili di novembre (annullati a causa del Covid 19) dei Circoli di lettura dedicati al romanzo di Antonio Tabucchi “Sostiene Pereira” (Feltrinelli). Autore dell’intervento è Michele Fazioli, responsabile del Circolo dei libri. Gli incontri dei Circoli, che riprenderanno non appena l’emergenza del virus sarà rientrata, durano ogni volta due ore e radunano persone che in precedenza hanno letto il libro indicato e ne discutono tra di loro, guidate dal responsabile del Circolo dei libri.

News

Circoli di lettura, autunno 2020

18giugno
2020

Il programma dei Circoli di lettura per l'autunno 2020 (qui una sintesi dei libri) è stato compromesso dalla situazione epidemica. Abbiamo potuto lavorare insieme sul romanzo "Nemesi" dio Philip Roth e, alla presenza dell'autore, sul romanzo "Noi" di Paolo Di Stefano. Per gli altri due libri non è più stato possibile incontrarci. Sul romanzo "Sostiene Pereira" di Tabucchi c'è una lezione video di sintesi che trovate qui, su "Washington Square" di Henry James ci sono il video e la recensione.

Continua

Novità da leggere

Persone normali

08gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Le vacanze di Studer

08gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Una giornata

01gennaio
2021

Continua

Novità da leggere

Grandi illusioni

04dicembre
2020

Continua

Novità da leggere

Proprio come te

06novembre
2020

Continua

Novità da leggere

Cose che succedono la notte

30ottobre
2020

Continua

Novità da leggere

Il bambino lucertola

16ottobre
2020

Continua

Novità da leggere

Noi

09ottobre
2020

Continua

Novità da leggere

Desiderio

01maggio
2020

Continua

Novità da leggere

Olive, ancora lei

10aprile
2020

Continua

Blog

Letti a letto

22gennaio
2021

Scrive Alberto Manguel, saggista e romanziere argentino:

"Anch'io leggevo a letto. Nella lunga serie di letti in cui ho passato le notti della mia infanzia, in strane camere d'albergo dove i fari delle auto che passavano proiettavano ombre paurose sul soffitto, in case i cui odori e suoni mi erano sconosciuti, in cottage estivi bagnati dagli spruzzi del mare, o in montagna dove l'aria era così secca che mettevano accanto al letto una bacinella d'acqua con essenza d'eucalipto per aiutarmi a respirare, il binomio letto-libro mi garantiva una sorta di casa in cui sapevo di poter tornare, notte dopo notte, sotto qualunque cielo. Nessuno avrebbe potuto strapparmi da quel rifugio; il mio corpo, immobile sotto le lenzuola, non aveva bisogno di nulla. Ciò che accadeva, accadeva nel libro; e io ero il narratore. La vita si svolgeva perché io voltavo le pagine. Credo di non ricordare gioia più grande, più totale, di arrivare alle ultime pagine e posare il libro, in modo da rimandare la fine all'indomani, e affondare la testa nel cuscino con la sensazione di avere veramente fermato il tempo"

Alberto Manguel, Storia della lettura, Feltrinelli

Illustrazione: Giovanni Giacometti (1868-1933) "La lettrice", xilografia, 1912

Blog

Un'eco di Eco

15gennaio
2021

Umberto Eco (1932-2016) in una sua "Bustina di Minerva" ("Espresso", anni '90):

"Si può essere colti sia avendo letto dieci libri che dieci volte lo stesso libro. Dovrebbero preoccuparsi solo coloro che di libri non ne leggono mai. Ma proprio per questa ragione essi sono gli unici che non avranno mai preoccupazioni di questo genere".

Un pensiero fulminante che dice il vero. Soprattutto per la preziosità, oltre che della lettura, anche della rilettura. In quanto al fatto che chi non legge libri non se ne preoccupa, è evidente. Ma non ci deve essere in questa evidenza lo snobismo di chi pensa che i lettori siano migliori, persino moralmente, dei non lettori. Non è vero. Semmai si può azzardare un'analogia con l'innamoramento. Se uno è innamorato e la persona amata è lontana, ne ha nostalgia. E quando la persona amata ritorna, la abbraccia con gran piacere. Se uno non è innamorato, non può provare nessuna nostalgia per l'assenza e nessun piacere per il ritorno. Ma può star bene lo stesso.

Blog

Fazioli e Glauser, la strana coppia

08gennaio
2021

Una giovane donna uccisa nell'estate del 1921 e un assassino rimasto nell'ombra, nel romanzo incompiuto - finora inedito in italiano - di Friedrich Glauser. Cent'anni dopo un altro autore svizzero, Andrea Fazioli, si trova invischiato in quel caso irrisolto...

Fin dagli anni venti del Novecento, lo scrittore Friedrich Glauser progetta un romanzo poliziesco che vede come protagonista il sergente Studer (l'indimenticabile, calmo e intuitivo investigatore che i lettori italiani di Glauser hanno imparato a conoscere grazie ai titoli pubblicati da Sellerio). Ambientato ad Ascona, sul Lago Maggiore, nel 1920, il romanzo racconta del ritrovamento del cadavere di una giovane donna nei pressi del Monte Verità, popolato in quegli anni da artisti e personaggi tanto eccentrici quanto sospetti. Glauser abbozza alcuni diversi inizi di quel romanzo, che poi lascia interrotto: il libro non verrà mai concluso e il colpevole del delitto di Ascona rimarrà nell'ombra… A 100 anni da quel caso irrisolto, Andrea Fazioli, giallista svizzero di lingua italiana, riprende i frammenti di Glauser e li incapsula in un intreccio singolare e trascinante in cui lui stesso finisce per trovarsi coinvolto.
In una torrida estate del 1921 Jakob Studer, commissario della polizia di Berna, è in vacanza con la moglie ad Ascona, un tranquillo villaggio di pescatori affacciato sul Lago Maggiore.
Nulla sembra guastare la quiete sonnolenta del posto, fino al momento in cui Studer viene avvicinato da uno scrittore, come lui svizzero tedesco, che gli chiede aiuto. Non lontano dalla sua precaria abitazione, sul sentiero ai margini del bosco, è stato ritrovato senza vita il corpo di una giovane donna, e la polizia locale è convinta che il colpevole sia lui.
Tra le camelie in fiore, commercianti annoiati e bonari poliziotti con i quali è facile incappare in malintesi, Studer comincia svogliatamente a indagare sulla vittima, una danzatrice straniera amica di un vecchio barone caduto in disgrazia e vicina agli eccentrici artisti del Monte Verità.

LEGGI LA RECENSIONE

Blog

Capodanno con Leopardi

01gennaio
2021

Per Capodanno, facciamo un passo indietro (e di molti anni) e lasciamo parlare Giacomo Leopardi (1798-1837). Nel suo "Dialogo di un venditore di almanacchi e di un passeggere" (in "Operette morali") Leopardi si sofferma sui propositi (e le illusioni) di ogni cambio d’anno: all'ottimismo del passeggere sul futuro risponde la cauta, quasi scettica speranza del venditore. Il Circolo dei libri, al termine di un anno difficile e all'alba di quello nuovo, vi presenta una sintesi e una riflessione su questo celebre passaggio di Leopardi, che non fu soltanto grandissimo poeta ma anche un prosatore di altissimo intelletto. (cont.)

Continua

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele