Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

08dicembre
2017

Gabriel Garcia Marquez, "Diatriba d'amore contro un uomo seduto", Mondadori

LEGGI LA RECENSIONE

News

Uscita natalizia fra lettura e arte

01dicembre
2017

Rinviati (vedere blog) i Circoli di lettura del 4, 5 e 6 dicembre ad altra data, per martedì 19 dicembre è prevista una uscita per tutti gli iscritti e simpatizzanti dei Circoli di lettura, alle ore 20:00 a Bellinzona. A Villa dei Cedri (nella foto) con qualche evocazione di pagine di letteratura francese, ammireremo la bella mostra di disegni umoristici, graffianti, umanissimi, di Honoré Daumier, grande artista dell'Ottocento francese, in compagnia di Matteo Bianchi e Michele Fazioli. Seguirà un brindisi natalizio con panettonata.
Costo (entrata, evento, guida, rinfresco): Fr 25.-
Iscrizioni: info@circolodeilibri.ch oppure al numero 079 456 44 87

Novità da leggere

Il mare dove non si tocca

01dicembre
2017

Fabio Genovesi, scrittore toscano dalla prosa colloquiale, simpatica, colorata, si affida nel suo nuovo romanzo alla memoria della propria infanzia. Fabio è un bambino sensibile, singolare, diciamo pure strano. Ama raccontare storie perché ha udito molte storie. Ha il dono dell’affabulatore. Vive in una tribù familiare in Versilia, a due passi dal mare, nei primi anni ’80, quando l’Italia vinceva i mondiali di Spagna e dalle radio uscivano le canzoni di Julio Iglesias.

Continua

Novità da leggere

Il corpo

17novembre
2017

Il nuovo romanzo di Giorgio Montefoschi (“Il corpo”, Mondadori) riporta in libreria uno scrittore molto letto e molto fedele a una sua personalissima cifra narrativa. Parlando di lui, ripeterò cose già espresse perché l’autore le richiama. Giorgio Montefoschi divide: può piacere o non piacere, può intrigare oppure persino rendere diffidente o restìo il lettore che non voglia abbandonarsi alla modalità originale, riconoscibile, della sua scrittura. Io trovo che ci sia in essa un magnetismo avvolgente, quasi una musicalità morbida, fatta di motivi ripetuti, brevi passaggi e raccordi insistiti dentro un realismo puntiglioso di dettagli.

Continua

Novità da leggere

Tutto è possibile

27ottobre
2017

Non è che in “Tutto è possibile” di Elizabeth Strout non succeda niente. Anzi, succedono cose, cose della vita, strappi, dolori, disillusioni, colpi anche duri del destino, quiete riconciliazioni. Ma succede, soprattutto, la vita stessa, con i suoi piccoli accadimenti che nondimeno investono e plasmano e mutano e feriscono oppure consolano le esistenze private. ...

Continua

Novità da leggere

I viaggi di Daniel Asher

04agosto
2017

Ecco un romanzo francese provvisto di lievità e gravità al tempo stesso. Ci sono dei misteri, degli enigmi legati a un personaggio intenso ma sfuggente, c’è in sottofondo la lontana ferita non cicatrizzata degli ebrei perseguitati (in questo caso in Francia) negli anni della Guerra. E c’è l’ariosa curiosità di una giovane donna d’oggi che ha voglia di vivere ma anche di sapere.


Continua

Novità da leggere

Melodia della terra (Giamjlia)

21luglio
2017

Ecco un racconto esile, struggente, sensibile come una musica delicata: una storia d’amore nella steppa.

Continua

Novità da leggere

Amori perduti di gioventù

26maggio
2017

Chi si rivede: il nostro Alexander Mc Call Smith, scrittore di lievità e grazia, che sa iniettare perle di pensieri curiosi e spesso profondi in un clima di commedia.

Continua

Novità da leggere

Tre piani

13aprile
2017

Tre piani. Tre piani di un caseggiato in una cittadina della provincia israeliana, non lontano da Tel Aviv. Eshkol Nevo, scrittore israeliano di sicura forza narrativa (lo apprezziamo fin dal suo primo romanzo, “Nostalgia”, passando dal memorabile “La simmetria dei desideri”, fino al più ambizioso “Neuland” e a un intermezzo , “Soli e perduti”, forse meno nitido) scruta con appassionata, minuziosa curiosità le vite private che abitano quei tre piani.

Continua

Blog

Piccole scaglie di Marquez

08dicembre
2017

Il breve monologo di Gabriel Garcia Marquez (“Diatriba d’amore contro un uomo seduto”, vedi video e recensione) contiene piccoli affondi belli. Come quando si dice che la giovinezza è passata e sta avanzando la vecchiaia e questa mutazione amara la si coglie all’alba: “Non fosse per via delle albe, rimarremmo giovani tutta la vita. E’ proprio vero: invecchiamo all’alba. I tramonti sono deprimenti, ma ti preparano all’avventura di ogni notte(come direbbero i letterati). Le albe no. Alle feste, appena sento il silenzio dell’alba, mi viene uno struggimento che non mi dà pace in corpo. Bisogna andare via!, in fretta, a occhi chiusi per non vedere le ultime stelle. Perché se il giorno ci coglie per strada col vestito della festa, ci rovescia addosso un diluvio di anni…”.

Oppure ecco l’elogio del viaggio lento: “…Il treno è l’unica maniera umana di viaggiare. L’aereo sembra un miracolo, ma va così veloce che arrivi solo col corpo, e poi ti muovi per due o tre giorni come una sonnambula, finché non arriva l’anima rimasta indietro…”.

Blog

Circoli: un rinvio

28novembre
2017

Per motivi di forza maggiore i quattro incontri dei Circoli di lettura previsti il 4 dicembre alle 20 a Bellinzona e il 5 dicembre alle 16:30 e alle 20 a Lugano sul romanzo "Quel che resta del giorno" del premio Nobel Kazuo Ishiguro, e il 6 dicembre a Vacallo (ore 16, a colloquio con Marta Morazzoni sul suo romanzo "La nota segreta"), sono rinviati a gennaio (LUNEDI 15 , MARTEDI 16, MERCOLEDI 17 GENNAIO 2018) . Viene invece annunciato (vedi sotto News) un incontro evento, letterario e artistico, a Bellinzona, la sera di MARTEDI 19 DICEMBRE.


Blog

Il mio primo libro

17novembre
2017

(m.f.) Dietro ogni inclinazione alla lettura c’è sempre una storia personale. Vi dico la mia, ognuno poi ha la propria.

- Tom!
Nessuna risposta.
- Tom!
Nessuna risposta.
- Ma dove si sarà cacciato quel diavolo d’un ragazzo! - esclamò zia Polly.

Ricordo ancora oggi la voce di mia mamma che, quando avevo quattro anni, cominciò a leggere a me e ai miei fratelli Le avventure di Tom Sawyer di Mark Twain. Il mio primo contatto con i libri fu proprio quel rapporto indiretto fra me e e quel misterioso oggetto, dal quale la voce della mamma traeva quelle parole che mi incantavano e che mi accesero un amore di storie che dura ancora oggi. Nel frattempo, guardando mio fratello maggiore fare i compiti e scrutando a ogni ora un libro di filastrocche che era diventato il mio feticcio, imparai anche a leggere e riuscii a compitare il primo verso d’una poesiola: «Gian Pignatta era un pupazzo di cioccolatta… ».
Qualche anno dopo lessi da solo Le avventure di Tom Sawyer (nella foto la copertina) e scoprii che anch’io potevo entrare con gli occhi nel fruscìo di quelle pagine, stare anch’io lungo le rive del Mississipi con Tom Sawyer e Huck Finn. Avevo finalmente in mano la chiave magica che negli anni successivi mi dischiuse giardini segreti, misteri, pirati, ragazze russe in slitta, tormenti d’amore e mappe del tesoro, parroci in lotta con sindaci comunisti, trame matrimoniali nella campagna inglese. Ero diventato un lettore, per sempre.

Blog

Un altro innamorato di zia Julia

02novembre
2017

Poche settimane fa abbiamo evocato (video e recensione) un gran romanzo che compie trent’anni: “La zia Julia e lo scribacchino”, di Mario Vargas Llosa, scrittore peruviano, premio Nobel. Con piacere abbiamo scoperto che sul settimanale “Sette” del “Corriere della Sera” il critico Antonio D’Orrico ha svelato (anzi, confermato) il proprio amore per quel romanzo. D’Orrico parla di libri con la passione e gli eccessi di un tifoso: ama e detesta. Dai rischi della soggettività arbitraria e dunque anche fallace lo salva il suo enorme fiuto. Sa snidare quasi istintivamente la forza della scrittura vera. Poi uno può dissentire talvolta da certe sue passioni smodate o diffidenze umorali. Ma quando D’Orrico segnala un suo innamoramento libresco, sappiamo che nell’aria c’è una festa di lettura. Ecco il suo commento alla “Zia Julia”, da sottoscrivere in pieno.
Leggi l'articolo : Corriere della Sera - Sette, 23-29.10.2017

Altri post del Blog

Gli utlimi tweet di @faziolimichele