Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

UN ROMANZO "ROMANZESCO"

31marzo
2015

Ecco un romanzo dall’avventura editoriale curiosa. E’ un ”giallo storico”, una storia creata nel ‘900 ma situata a fine ‘700, scritta in Svizzera fra il 1943 e il 1945 da un italiano antifascista qui rifugiato. L'autore fu, nel 1944, lo scrittore e giornalista (del Corriere della Sera) Arturo Lanocita, rifugiatosi nel nostro Paese per sfuggire al fascismo. Scritto durante l'esilio svizzero, in Ticino, il romanzo uscì a puntate sul Corriere del Ticino fra il 1944 e il 1945 e viene pubblicato ora per la prima volta in libro dalle edizioni L'Ora d'Oro, di Poschiavo.
Il romanzo racconta una trama ricca di avventura e di suspense (si può osare una analogia di clima e tensione con Dumas, per esempio...) al tempo burrascoso della Rivoluzione francese. Avvincente e ricco di soprassalti, si potrebbe definire un "giallo storico", un romanzo in costume settecentesco. La trama si svolge a Parigi e nelle campagne del nord i Francia: ci sono colpi di scena, fughe, travestimenti, tradimenti. E una intensa storia d'amore. E, fra le righe, con lievità ma seriamente, sapienti e condivisibili pensieri sulla Rivoluzione, sulle sue buone intenzioni , sulle sue violenze, sulle sue derive ideologiche.
La pubblicazione in volume è stata curata da Andrea Paganini, che ha redatto le note e una ricca postfazione.
PRESENTAZIONE IN "NOVITA' DA LEGGERE"