Circolo dei Libri

Per condividere con altri il gusto della lettura, che per principio è individuale ma poi può anche farsi compagnia.

Lugano

Hotel Villa Castagnola
Viale Castagnola 31
6900 Lugano

Il Circolo dei Libri di Lugano (CLU) si riunisce ogni primo martedì del mese dalle 16:30 alle 18:30 all’Hotel Villa Castagnola a Lugano. Nella pausa viene servito un ricco tè all’inglese.

Tassa d’iscrizione per 4 serate CHF 200.- (da versare sul conto: Circolo dei Libri, 6528 Camorino, CCP 65-745948-5 oppure in contanti in occasione del primo incontro).

I libri su cui si lavora sono gli stessi dell'incontro della 20.00.

News

23marzo
2018

Sulle tracce dei Buddenbrook

Il Circolo dei libri ha organizzato un viaggio di quattro giorni (15,16,17 e 18 marzo) ad Amburgo, Lubecca e Travemünde, sulle tracce dei personaggi e delle vicende del romanzo "I Buddenbrook" di Thomas Mann, sul quale avevamo lavorato a Bellinzona e Lugano qualche mese fa. Siamo entrati nella "scenografia" reale di quel poderoso romanzo d'invenzione ma con forte accento autobiografico.

18gennaio
2018

Lugano: il programma della primavera 2018

Lugano, Albergo Villa Castagnola ore 16.30 e 20.00

Martedì 6 febbraio:
Cormac Mc Carthy, “La strada” Einaudi

Martedì 6 marzo:
Anna Felder, “Tra dove piove e non piove”, Dadò
Alla presenza dell’autrice

Venerdì 13 aprile:
Daniel Maggetti, “La vedova col bambino”, Dadò
Alla presenza dell’autore: per l’occasione i due “turni” delle sedici e trenta e delle venti saranno raggruppati in uno solo, dopo cena.

Martedì 8 maggio:
Joseph Roth, "La marcia di Radetzk", Adelphi, Rizzoli

31dicembre
2017

Lugano e Bellinzona: i libri del 2017

15 e 16 gennaio 2018
Kazuo Ishiguro, Quel che resta del giorno, Einaudi
6 e 7 novembre 2017
Diego De Silva, Mancarsi, Einaudi
2 e 3 ottobre 2017
Luigi Pirandello, Il fu Mattia Pascal, Einaudi, Mondadori, Feltrinelli e altri
11 e 12 settembre 2017
Thomas Mann, I Buddenbrook, Einaudi, Mondadori, Feltrinelli e altri editori

8 e 9 maggio 2017
Ian McEwan, “Nel guscio”, Einaudi
22 maggio 2017
Ci siamo trovati per guardare insieme all’Albergo Villa Castagnola di Lugano, per guardare il film tratto dal romanzo di Carlo Cassola “La ragazza di Bube” di Luigi Comencini, del 1963.
3 e 4 aprile 2017


Carlo Cassola, “Fausto e Anna”, Mondadori


Carlo Cassola, "La ragazza di Bube"
(nel centenario della nascita dello scrittore)
6 e 7 marzo 2017
Giovanni Orelli, “L’anno della valanga”, Casagrande


(un omaggio postumo all’autore, appena scomparso)
6 e 7 febbraio 2017


Edith Wharton, “Ethan Frome”, Rizzoli





09settembre
2016

2016: i libri letti a Lugano

Martedì 20 settembre 2016, ore 16.30 e 20.00
Oscar Peer, Il rumore del fiume, Casagrande

Martedì 4 ottobre 2016, ore 16.30 e 20.00
Colm Tóibín, Brooklyn, Bompiani

Martedì 8 novembre 2016, ore 16.30 e 20.00
Honoré de Balzac, Papà Goriot, Mondadori, Rizzoli

Martedì 6 dicembre 2016, ore 16.30 e 20.00
Thomas Mann, La montagna incantata, Corbaccio ed eventualmente Mondadori o altri editori

Archivio

Una domenica con i libri

Domenica 23 aprile, giornata mondiale del libro, la Biblioteca cantonale di Lugano ha ospitato il Circolo dei libri. Intervistato dal direttore del sistema bibliotecario del Canton Ticino, Stefano Vassere, Michele Fazioli ha illustrato a un pubblico folto e attento l’attività e le modalità dei Circoli di lettura. C’era molta curiosità, c’era gente che ama i libri e voleva capire perché mai, se è pur vero che si legge sempre individualmente, poi è bello condividere gusto e giudizi sulla lettura, in una “compagnia dei libri”.

Nella fotografia, la bella sala della biblioteca (costruita nel 1941 dall’architetto Rino Tami con rigoroso coraggio d’avanguardia) durante l’incontro

Dal romanzo al film

Abbiamo letto un romanzo (“Brooklyn”, di Colm Toibin) insieme, nei Circoli di lettura di Bellinzona, Lugano 1 e 2 e Vacallo. Abbiamo visto in compagnia a Lugano l’omonimo film tratto dal libro, abbastanza fedele e corretto rispetto al romanzo. Delicato, di buon ritmo, belle immagini, colori sfumati, un’atmosfera di commozione e malinconia con brevi lampi di allegrezza.Con qualche forzatura sentimentalistica. La nota migliore, in assoluto, la merita la protagonista, Saoirse Ronan (nella foto) che impersona Eilis, la ragazza irlandese alle prese con lo struggimento (di spazio, di tempo, d’amore) nella sua avventura di emigrazione –fra andata, ritorno e ripartenza – negli Stati Uniti. Perfetta.